IL DESIGNER

È  nata prima l’arte o il design? La risposta potrebbe essere facile, immediata – Che domande: l’arte! – Ma i piatti da portata etruschi, che oggi esponiamo come arte, non erano forse design? E la “lampada da terra” di Denis Santachiara sfigura forse qui al CAP o ha magari meno dignità artistica di altre opere?

È certo che nell’ultimo secolo il mestiere del designer, così ben inserito nella società, ha saputo di volta in volta coglierne le esigenze e tradurle in capolavori estetici d’uso quotidiano, dalla penna bic alla lampadina, dalla maniglia al rubinetto (all’automobile, al telefonino e così via, all’infinito).

Quindi che fa il designer?

Il designer ha un’idea, la progetta e la fa realizzare. Un artista, in pratica.

Difficile quindi dire quali attitudini debba avere: senso pratico, certo; conoscenza dei materiali, sicuro; capacità di progettazione con i ritrovati più recenti della tecnologia, più che probabile; ma, proprio come con l’artista, è la creatività sua propria a renderlo un professionista dell’arte contemporanea.

Lampada da terra marmorea di Denis Santachiara V.

Denis Santachiara “Lampada da terra marmorea”, 2004, marmo