IL PROGETTISTA EDUCATIONAL

L’esperto in educational, lavorando con strumenti propri dell’universo ludico – l’opera di Mondino, scherzando con lettere e immagini, sembra essa stessa un gioco didattico – costruisce percorsi mirati alla comprensione dell’arte.

Ma non si pensi all’educational come ad un mondo fatto tutto di colla vinilica, cartoncini colorati e forbici senza punta: il progettista didattico, spesso praticando lo stesso linguaggio concettuale degli artisti, deve infatti dare chiavi di lettura sociali all’arte e saper dimostrare come quadri, sculture e installazioni siano da sempre specchio della società.

Presente in più o meno tutte le istituzioni museali e culturali, l’educational è sempre più spesso uno dei settori prioritari di investimento e progettazione, proprio perché rappresenta uno dei maggiori punti di contatto (anche in termini di comunicazione e feedback) tra pubblico e istituzione stessa. Si moltiplicano così le iniziative per avvicinare all’arte adulti e bambini e l’esperto in educational lavora, come Mondino ne “L’ABC di Jarry”, senza precludersi alcun target di riferimento: l’arte può essere alla portata di tutti, basta averne le chiavi d’accesso.

L'ABC di Jarry di Aldo Mondino

Aldo Mondino “L’ABC di Jarry”, 2004 marmo e acrilici