IL TRASPORTATORE D’ARTE

Ecco “Ali di fuoco”, la mastodontica opera di Spagnulo che vi accoglie al CAP.

Ma non è che al CAP le mastodontiche ali ci siano arrivate volando.

Quella del trasporto e del trasferimento di opere d’arte è una mansione estremamente complessa che richiede insieme forza e perizia: le aziende specializzate si trovano quotidianamente a imballare e muovere piccoli e grandi capitali di valore storico, artistico ed economico, dei più svariati materiali, fragili o resistenti, tele e polittici, sculture e installazioni.

Attrezzi del mestiere sono autogru, casse e cassoni isotermici, climatizzatori, sospensori ad aria, antifurti satellitari e quanto di più aggiornato scienza e tecnologia abbiano da offrire per far arrivare le opere sane e salve a destinazione, sia essa una mostra, un museo o una collezione privata.

A completare il lavoro di un trasportatore d’arte le burocrazie del caso, la logistica e la copertura assicurativa “chiodo a chiodo” a garanzia di tutto il viaggio, da partenza a destinazione d’arrivo.

Ali di fuoco di Giuseppe Spagnulo

Giuseppe Spagnulo “Ali di fuoco”, 2004, acciaio forgiato

Annunci